Vai al contenuto

Forum lesbico

Inter@genda

Il forum di elleXelle per discutere tra noi

ATTENZIONE: La registrazione automatica è attualmente disattivata. Per registrarvi, scrivete a: owner@ellexelle.it indicando il nick desiderato e la vostra email; vi verranno inviate le credenziali per accedere  al forum


Forum breadcrumbs - Sei qui:Inter@gendaArgomenti: PerLesPOESIA
Please or Registrati to create posts and topics.

POESIA

PrecedentePage 24 of 24

TU

Non invitato, il pensiero di te mi si è attardato in testa,

così sono andata a letto, sogni di te forti, forti, mi sono risvegliata col tuo nome, come lacrime, molle, sale, sulle labbra,

Il suono delle sue limpide sillabe, un incanto, un sortilegio.

Innamorarsi è un inferno seducente;

il cuore rinsecchito, quatto quatto come una tigre pronta ad uccidere; una fiamma fiera lecca sottopelle.

Nella mia vita, più grande della vita, tu bellissima, sei entrata passo passo.

Mi sono nascosta nei giorni di sempre, fra l’erba alta della routine, nelle stanze mimetiche.

Ti sei distesa nel mio sguardo, rifuggendo dal volto di tutti, dalla forma di una nuvola, dalla struggente luna che, sotto l’influsso della terra, mi guarda esterrefatto quando apro la porta della camera.

Le tende s’increspano.

Ed eccoti lì a letto, come un dono, come un sogno tangibile.

Carol Ann Duffy

❤️

Hai bisogno di te

hai bisogno di questo tempo

in cui non si cucina

e non si prega,

si sta.

Soli e improvvisati

abbandonati e senza senso

si sta, frastornati

e vuoti. Si sta.

E l’indomabile fiducia

accucciata fuori dalla porta

come un cane folle

di devozione

dorme sonni

che contengono alba.

 

Chandra Livia Candiani

Cita da Thai su 3 Aprile 2024, 13:38

Hai bisogno di te

hai bisogno di questo tempo

in cui non si cucina

e non si prega,

si sta.

Soli e improvvisati

abbandonati e senza senso

si sta, frastornati

e vuoti. Si sta.

E l’indomabile fiducia

accucciata fuori dalla porta

come un cane folle

di devozione

dorme sonni

che contengono alba.

 

Chandra Livia Candiani

Questa è una delle mie preferite di questa poetessa. Sintetizza in breve ogni emozione...o meglio il sentire quando non si vive in prima persona ma ci si lascia vivere. Quando troppo spesso la fiducia riposta, in persone, cose, progetti o altro viene fatta in mille coriandoli e si aspetta in attesa. Si sta semplicemente.

Grazie Thai

🙂

Gli spiriti liberi non sono fatti per essere domati. Hanno bisogno di restare liberi finché non trovano qualcuno di altrettanto selvaggio con cui correre.
Cita da briciolablu su 4 Aprile 2024, 17:14
Cita da Thai su 3 Aprile 2024, 13:38

Hai bisogno di te

hai bisogno di questo tempo

in cui non si cucina

e non si prega,

si sta.

Soli e improvvisati

abbandonati e senza senso

si sta, frastornati

e vuoti. Si sta.

E l’indomabile fiducia

accucciata fuori dalla porta

come un cane folle

di devozione

dorme sonni

che contengono alba.

 

Chandra Livia Candiani

Questa è una delle mie preferite di questa poetessa. Sintetizza in breve ogni emozione...o meglio il sentire quando non si vive in prima persona ma ci si lascia vivere. Quando troppo spesso la fiducia riposta, in persone, cose, progetti o altro viene fatta in mille coriandoli e si aspetta in attesa. Si sta semplicemente.

Grazie Thai

????

Cara Briciolablu,

Per me questa poesia è un balsamo per le ferite del cuore e per le ansie della vita.

Da leggere e rileggere nei suoi contrasti: "Si sta, soli e improvvisati, abbandonati e senza senso... Vuoti.." ma allo stesso tempo colmi di un "indomabile fiducia" che viene abilmente rappresentata dall'immagine dei "sonni che contengono l'alba".

È come se con queste splendide frasi ci dicesse: quando vi sentite persi, delusi, fermatevi, smarritevi in voi e troverete la vostra Alba.

Per usare alcune delle Tue parole Briciola... A volte abbiamo bisogno di fermarci, in attesa, per poi ripartire dai mille coriandoli, non come qualcosa di rotto, ma come frammenti di arcobaleno che ci possono colorare la vita.

Grazie Briciolablu

 

Cita da Thai su 4 Aprile 2024, 23:39
Cita da briciolablu su 4 Aprile 2024, 17:14
Cita da Thai su 3 Aprile 2024, 13:38

Hai bisogno di te

hai bisogno di questo tempo

in cui non si cucina

e non si prega,

si sta.

Soli e improvvisati

abbandonati e senza senso

si sta, frastornati

e vuoti. Si sta.

E l’indomabile fiducia

accucciata fuori dalla porta

come un cane folle

di devozione

dorme sonni

che contengono alba.

 

Chandra Livia Candiani

Questa è una delle mie preferite di questa poetessa. Sintetizza in breve ogni emozione...o meglio il sentire quando non si vive in prima persona ma ci si lascia vivere. Quando troppo spesso la fiducia riposta, in persone, cose, progetti o altro viene fatta in mille coriandoli e si aspetta in attesa. Si sta semplicemente.

Grazie Thai

????

Cara Briciolablu,

Per me questa poesia è un balsamo per le ferite del cuore e per le ansie della vita.

Da leggere e rileggere nei suoi contrasti: "Si sta, soli e improvvisati, abbandonati e senza senso... Vuoti.." ma allo stesso tempo colmi di un "indomabile fiducia" che viene abilmente rappresentata dall'immagine dei "sonni che contengono l'alba".

È come se con queste splendide frasi ci dicesse: quando vi sentite persi, delusi, fermatevi, smarritevi in voi e troverete la vostra Alba.

Per usare alcune delle Tue parole Briciola... A volte abbiamo bisogno di fermarci, in attesa, per poi ripartire dai mille coriandoli, non come qualcosa di rotto, ma come frammenti di arcobaleno che ci possono colorare la vita.

Grazie Briciolablu

 

Tutto vero ciò che hai scritto. Tremendamente veri ma a volte non ce la si fa a ripartire. Ho sempre colorato la vita. La mia e quella delle persone a me a stretto giro. Ora è come se fossi completamente vuota e credo probabilmente proprio perché così non in grado di dare alcunché a nessuno. Cerco di evitare ulteriori spigoli a quelli che mi hanno leso. Cerco la rotondità che non lede, ma poi chissà.

🙂

Gli spiriti liberi non sono fatti per essere domati. Hanno bisogno di restare liberi finché non trovano qualcuno di altrettanto selvaggio con cui correre.

Non tutti i silenzi sono uguali.

Come, grazie alla consapevolezza del vivere, si diventa sensibili alla luce, alle diverse sfumature di luce in diversi luoghi, in differenti momenti della giornata e delle stagioni, cosí si colgono miriadi di sfumature nei silenzi nostri e altrui, silenzi umani, silenzi degli animali, degli alberi, silenzi minerali.

   Il silenzio non è tacere né mettere a tacere, è un invito, è stare in compagnia di qualcosa di tenero e avvolgente, dove tutto è già stato detto.

Il silenzio sorride.

Caro silenzio, aiutami a non parlare di te, aiutami ad abitarti.

Addestrami.

Disarmami.

Tu mi insegni a parlare.

Eccomi, mi lascio rapire. Non lascio niente a casa, niente di intentato.

Ci sono. In te.

Arte del congedo per ritrovare.

Arte dell’a-capo che insegna a lasciarsi scrivere.

Il silenzio semina. Le parole raccolgono.

Il silenzio è cosa viva.

Chandra Livia Candiani

da “Il silenzio è cosa viva. L’arte della meditazione”, Einaudi, Torino, 2018

❤️

PrecedentePage 24 of 24