La mia idea di realtà

Considerazioni personali, idee, stati d'animo
Avatar utente
UnGiornoCredi
Messaggi: 248
Iscritto il: 31/07/2016, 7:24

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da UnGiornoCredi » 28/11/2017, 23:20

Angel_sky ha scritto:
28/11/2017, 1:19
Ho letto con attenzione questo post che trovo molto interessante.
La mia idea di realtà...bella domanda...sicuramente la tecnologia ha portato dei grandi miglioramenti, come il poter sentire persone a noi lontane ad es., ma ha portato anche un regresso nei rapporti umani.
Mondo reale o virtuale? bella domanda!
Sono d'accordo con chi dice che dipende dall'età..un giovane di 20 anni vive ed è nato già in questa società tecnologica come i bambini che nascono adesso, nel 2017, una persona della mia età ha visto la trasformazione.
Si resta ancorati al ricordo di quel che era la realtà semplice per taluni e nostalgica per altri, e si vive, forse, con difficoltà questa nuova era tecnologica.
Ma cos'è davvero il virtuale?
E' scientificamente provato che la nostra mente non riesce a riconoscere e a distinguere un fatto realmente accaduto da uno immaginato...quindi questo può accadere anche nel virtuale...la nostra mente può non riconoscere la realtà dal virtuale?
Sta di fatto che attraverso il virtuale molte persone riescono a tirar fuori loro stesse...e parlo di persone come me, timide, che hanno, agli inizi di quest'era tecnologica,potuto avere il loro spazio per mettersi in gioco. In un ambiente virtuale, protetto.
Ma la realtà è fuori...è quella che ci circonda in ogni istante della giornata, anche se con i social ad es ci posso lavorare, non dimentico di sorridere ad una persona che incontro o...a salutare e ringraziare l'impiegato delle poste quando vado a pagare una bolletta.
Virtuale o reale...credo che abbiamo a disposizione due metodi utili...dipende dall'uso che ne facciamo e da quanto ci facciamo assorbire.
La mia idea di realtà è questa... se dessimo retta al film di "Matrix"...nulla di ciò che viviamo esiste davvero! Sono solo percezioni.
La mia idea di realtà è che nulla è reale!

Per me la realtà è tutto ciò che esiste, sia vicino sia lontano da me. Il protagonista del film Her vive un coinvolgimento emotivo con un'app che simula una voce femminile programmata per questo, pur sapendo che non "esiste". I suoi sentimenti, la sua dipendenza e la sua sofferenza quando lei sparisce sono reali, ma lei.. her, non lo è. Non è frutto della sua immaginazione e lui può scegliere di non farsi coinvolgere, ma quando invece questo accade è come se lei prendesse vita, assumendo un ruolo nella vita di lui. Questa è la dimostrazione che il confine tra i due mondi è molto sottile e sfaccettato, ma esiste e lui lo scoprirà a sue spese.
"Io dipingerei di colori i muri
e stelle sul soffitto
ti direi le cose che non ho mai detto.."
Angel_sky
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/07/2016, 21:21

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da Angel_sky » 29/11/2017, 3:13

Mi hai riportato alla mente uno, credo, tra i film più belli sul tema.
Samantha rappresentava per il protagonista la donna perfetta ma se ricordo bene, lui rimase ferito quando scoprì che lei, dedicava lo stesso tempo, lo stesso modo di fare ad altre persone, facendo con loro la stessa cosa.
Per il protagonista Samantha rappresentava la "donna" ideale. E il suo coinvolgimento era nato per questo...perchè la mente non rirconosce un fatto vero da uno immaginato.
Si era sentivo amato!
Ma la realtà cos'è alla fine?
Angel_sky
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/07/2016, 21:21

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da Angel_sky » 29/11/2017, 3:31

"Questa è la dimostrazione che il confine tra i due mondi è molto sottile e sfaccettato, ma esiste e lui lo scoprirà a sue spese."

Hai ragione UnGiornoCredi, il confine tra i due mondi è molto sottile e sfaccettato!
Avatar utente
UnGiornoCredi
Messaggi: 248
Iscritto il: 31/07/2016, 7:24

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da UnGiornoCredi » 29/11/2017, 15:35

Angel_sky ha scritto:
29/11/2017, 3:13
Mi hai riportato alla mente uno, credo, tra i film più belli sul tema.
Samantha rappresentava per il protagonista la donna perfetta ma se ricordo bene, lui rimase ferito quando scoprì che lei, dedicava lo stesso tempo, lo stesso modo di fare ad altre persone, facendo con loro la stessa cosa.
Per il protagonista Samantha rappresentava la "donna" ideale. E il suo coinvolgimento era nato per questo...perchè la mente non rirconosce un fatto vero da uno immaginato.
Si era sentivo amato!
Ma la realtà cos'è alla fine?

È lui con il suo legame a darle vita ed esistenza. Qualcosa diventa Qualcuno.
Ma se l 'esempio fosse su altro? Avere con sé la foto di un piatto di pasta o di un farmaco non salva la vita di un profugo che scappa dalla fame e dalla guerra..
Mi viene in mente una scena di un altro bellissimo film, will hunting
https://youtu.be/RUK8dV6jaEk
"Io dipingerei di colori i muri
e stelle sul soffitto
ti direi le cose che non ho mai detto.."
Avatar utente
UnGiornoCredi
Messaggi: 248
Iscritto il: 31/07/2016, 7:24

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da UnGiornoCredi » 02/01/2018, 18:17

In tema di reale vs virtuale, l'abitudine al multitasking applicata al reale, dopo una certa età , può creare qualche mal di schiena. :|
"Io dipingerei di colori i muri
e stelle sul soffitto
ti direi le cose che non ho mai detto.."
Avatar utente
diavoloperso
Messaggi: 28
Iscritto il: 01/07/2016, 14:29

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da diavoloperso » 09/01/2018, 15:24

UnGiornoCredi ha scritto:
02/01/2018, 18:17
In tema di reale vs virtuale, l'abitudine al multitasking applicata al reale, dopo una certa età , può creare qualche mal di schiena. :|

Beh però almeno il mal di schiena è una cosa reale. Pensa se anche il problema fosse virtuale, non ci sarebbe Voltaren che tenga
Avatar utente
UnGiornoCredi
Messaggi: 248
Iscritto il: 31/07/2016, 7:24

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da UnGiornoCredi » 09/01/2018, 22:33

[yod]
"Io dipingerei di colori i muri
e stelle sul soffitto
ti direi le cose che non ho mai detto.."
Avatar utente
Athamantis
Messaggi: 40
Iscritto il: 15/08/2016, 21:51

Re: La mia idea di realtà

Messaggio da Athamantis » 29/01/2018, 19:46

UnGiornoCredi ha scritto:
05/11/2017, 16:27
Visto che si parla spesso di social e mondo virtuale, come pensate stia modificando la vostra rappresentazione della realtà?
La mia non la sta modificando.
Non ho mai voluto uno smartphone (niente connessione continua) e ho lasciato ben presto i social dopo averli brevemente sperimentati.
Come diceva un mio caro amico: "ci si stanca di tutto prima o poi"

E come diceva Ennis Del Mar in Brokeback Mountain: "se non hai niente, non ti serve niente".

Le mie donne le ho conosciute tutte nel mondo reale e voglio continuare così. Mi ha sempre portato bene. [0legge]
Rispondi